Contratto Collettivo Nazionale Quadro sull’utilizzo delle Prerogative Sindacali

179

Epilogo positivo per una trattativa durata mesi all’ARAN e conclusasi con la firma dell’ipotesi di CCNQ da parte di tutte le confederazioni tranne la Cgil e la Cisl.
Lo scorso 17 luglio in ARAN, si è finalmente conclusa la trattativa per il nuovo CCNQ sull’utilizzo delle prerogative sindacali per il triennio 2019-2021. A sottoscrivere l’intesa, oltre alle nostre confederazioni CSE e CGS, anche tutte le altre ad eccezione di CGIL e CISL.
Trattasi della prima volta che un CCNQ non è firmato sia dalla CGIL che dalla CISL e questo la dice lunga sull’attuale stato di salute di tali confederazioni, sempre più incapaci di rappresentare e difendere i lavoratori del pubblico impiego.
Nel merito l’accordo (che scaturisce dall’accertamento della rappresentatività sindacale effettuato sugli ultimi dati degli iscritti e dei risultati RSU), vede una forte affermazione di tutte le organizzazioni sindacali facenti parte del nostro network (FLP, FGU, NURSIND e NURSING UP) che ottengono per il prossimo triennio un importante aumento delle prerogative sindacali loro concesse, a scapito delle altre organizzazioni, in particolare della CGIL, che è la confederazione che in generale perde più prerogative.
Più nello specifico, per quanto riguarda il comparto delle Funzioni Centrali, come è possibile vedere nella tabella sotto riportata, la nostra crescita è anche a scapito di Federazione Intesa che perde diverse prerogative sindacali.
La FLP e il suo network di riferimento continuano la loro costante e inesorabile ascesa e affermazione nel panorama sindacale del pubblico impiego.

LA SEGRETERIA GENERALE

Scarica il notiziario